Titolo: Moon Lovers 2 (Alla conquista della Felicità) – Capitolo 8

di Donatella Perullo

Attenzione 

Il racconto contiene spoiler per coloro che non hanno visto il Drama Moon Lovers: Scarlet Ryeo.

Capitolo 8

Quello non era il primo bacio. Nessun impaccio, nessuna remora rovinò quell’incontro di anime. Le loro labbra si riconobbero, assetate e avide. Tenerezza, passione e amore si fusero, creando un’alchimia così vicina all’estasi da rendere indefinita la percezione dei loro corpi. Si dice che quando due persone iniziano ad amarsi, i loro passi divengano sincronizzati. Era stato così anche per loro. Quelle prime timide passeggiate nei giardini del Palazzo, quando ancora non capivano i messaggi del cuore, erano poi diventate momenti di intima condivisione. Allora si erano ritrovati, passo dopo passo, a sfiorarsi le mani e il loro incedere era entrato in sintonia senza che loro ne avessero coscienza.

Si dice, però, che solo quando è vero amore, i cuori di due innamorati prendano a scandire il medesimo ritmo.

È una magia rara, un’alchimia antica quanto la vita, che quando accade rende due anime indissolubili. Due cuori divengono uno, come in un eterno abbraccio e prendono a rintoccare in sincrono senza poter più sopravvivere in assenza dell’altro.

Questa era l’incanto che aveva stregato loro due a Goryeo, quando i loro animi, legati dall’indissolubile filo rosso del destino, si erano riconosciuti. Ora, in corpi diversi e in un tempo lontano più di mille anni, a quegli spiriti era bastato un battito di ciglia per riafferrarsi.

Abbandonato il corpo di Hae Soo, Go Ha-jin era tornata alla sua dimensione, portando con sé una sofferenza che l’aveva consumata giorno dopo giorno. Wang So, intrappolato in un mondo senza di lei, si era straziato fino a fuggire dal suo corpo per risorgere in quello di Kim Sun-hyun.

Due anime capaci di ritrovarsi ovunque nel tempo e nello spazio, questa era la magia del filo rosso dell’amore. Ora in questo tempo, in questo spazio e in questi corpi, i loro due cuori erranti ritrovarono finalmente il sollievo agognato e tornarono a battere all’unisono.

Le loro labbra si allontanarono, solo per dare modo agli sguardi di incontrarsi. Con gli occhi lucidi, Ha-jin provò a sussurrare qualcosa, ma Wang So la attirò di nuovo a sé per stringerla in un abbraccio protettivo e le baciò i capelli: «Non dire nulla, amore mio. Non c’è bisogno, so tutto. Conosco il dolore che hai provato e non ti chiederò di perdonarmi per il male che ti ho fatto perché io stesso non potrò assolvermi. Ti giuro, però, che d’ora in poi mai e per nessun motivo ti deluderò né sarò causa del tuo dolore.»

Lei si rannicchiò contro il suo petto come un uccellino nel tepore del nido e sentì le lacrime bagnarle il viso. Era un pianto liberatorio, di rinascita e letizia, come quello che corona la fine di un viaggio. Era con Wang So, tra le sue braccia, respirava il suo profumo e percepiva il suo respiro caldo e rassicurante lambirle il volto. Per la prima volta dopo tanto, troppo tempo, si sentì felice. Senza sciogliersi dall’abbraccio, si allontanò quel tanto che le bastò a guardarlo il viso e gli portò una mano alla guancia.

Con i polpastrelli percorse delicata la linea invisibile dalla fronte fino alla mandibola, dove una volta lo sfregio lo deturpava e sorrise commossa, sfiorando la pelle perfetta.  «Mio re.» mormorò, mentre gli lambiva la nuca e lo attirava a sé: «Se questo è un sogno, non voglio più svegliarmi.» e l’ultima parola si perse sulla sua bocca, prendendo quelle labbra che per troppo tempo aveva desiderato.

Restarono così fino al tramonto, baciandosi, stringendosi e parlandosi di tutto ciò che avevano provato e sofferto nella separazione. Avevano bisogno di sapere, sentirsi partecipi del vissuto dell’altro come per esorcizzare il fatto di non aver condiviso quei momenti e colmare le lacune.

“Ora in questo tempo, in questo spazio e in questi corpi, i loro due cuori erranti ritrovarono finalmente il sollievo agognato e tornarono a battere all’unisono.”

Solo una cosa Ha-jin non ebbe la forza di chiedere. Non fece cenno alla loro bambina e pregò in cuor suo che neanche lui ne parlasse. Aveva troppa paura di conoscere il destino di quella bimba che non aveva potuto veder crescere.

La notte li sorprese ancora abbracciati, sulla panchina rivolta verso il fiume e lo sguardo diretto al cielo stellato.

«Ora vedrai qualcosa che ti sorprenderà.» Disse d’un tratto lei, indicandogli il Banpo Bridge. Sbirciò l’orologio e sorrise: «Manca poco.»

Lui la guardò incuriosito. Le piaceva vederla sorridere, lo rendeva felice e non riusciva a distogliere gli occhi da lei. Così Ha-jin lo costrinse con delicatezza a voltarsi verso il ponte. In quel momento la Moonlight Rainbow Fountain esplose in una miriade di getti d’acqua che, dalla sommità del ponte a due livelli, crearono archi variopinti. Un arcobaleno spettacolare e magico che strappò a Wang So un’esclamazione di sorpresa.

«Questo è il mio posto magico e ho sognato mille volte di poterlo condividere con te.» gli disse con voce rotta dall’emozione

Gli occhi di Wang So erano rapiti dallo spettacolo di luci e acqua. Sentiva dentro di sé uno strano miscuglio di sentimenti. Stupore e incredulità si andarono ad aggiungere alla felicità che gli colmava il cuore causando a una reazione inaspettata. D’improvviso fu assalito dalla paura che tutto questo potesse essere solo un’illusione. Uno dei tanti sogni che avevano tormentato le sue notti dopo la morte di Hae Soo. Il terrore che la felicità appena ritrovata potesse essergli strappata via, gli tolse il respiro e gli strinse il petto. Si portò una mano al cuore e iniziò ad affannare.

«Cos’hai?» Si agitò Hai-jin, vedendolo impallidire. Gli cinse le spalle con un braccio e iniziò a carezzargli il volto. «Stai sudando, sei pallido! Non farmi spaventare!»

«Sto bene, tra poco andrà meglio» strascicò lui, ma non era vero. La vista gli si annebbiò e respirare fu ancora più difficile.

«Forse devi tornare in ospedale. Chiamo i soccorsi.»

«No! Ti prego, non voglio che ci separino di nuovo! Ti ho detto che sto… abbracciami, ti prego!»

Hae-jin non se lo fece ripetere. Gli fece poggiare la testa sulla sua spalla e lo rassicurò con voce e carezze. Di tanto in tanto gli posava un bacio leggero sulla fronte o su una mano, poi tornava a parlargli per tenerlo con sé e impedirgli di lasciarsi andare. Pian piano il respiro di Wang So tornò regolare e il suo tremore diminuì.

«Non so cosa mi sia successo.» Disse Wang So e chiuse gli occhi, spostando leggermente il volto per affondare nel collo di lei.

L’arcobaleno d’acqua della Raimbow Fountain s’interruppe. La notte tornò a essere padrona della luce e lo scorrere dell’Han river divenne un sussurro più evidente, che sembrava cullarli.

Non si accorsero dell’uomo che li osservava. Non lo sentirono avvicinarsi e non lo videro fin quando non fu così vicino che avrebbe potuto toccarli. I due innamorati guardarono sorpresi la sagoma nera che si frapponeva tra loro e la luna e Wang So scattò in avanti per proteggere Hai-jin.

L’altro non si mosse. Restò rigido, con il volto affondato nell’ampio cappuccio di una felpa nera e sghignazzò compiaciuto prima di affermare con voce roca: «Benvenuto nel nuovo mondo, re Gwangjong di Goryeo. Sono felice di vedere che alla fine sei riuscito a fare un passo decisivo verso il compimento del tuo destino»

«Chi sei?» domandò l’altro, desiderando di avere in pugno la sua spada.

«Non mi riconosci? Potrei soffrirne.» e nel buio del cappuccio Ha-Jin credette di vedere un sorriso sbilenco.

Lo sconosciuto si avvicinò di un altro passo e disse: «Non è me che devi temere, mio re, ma lo scorrere del tempo perché quello che hai in questo mondo è limitato. Cento giorni, ne hai solo cento per raggiungere la tua meta o non potrai farlo mai più.»

Fine secondo capitolo ottavo

Se questo capitolo ti è piaciuto, condividi pure il link, ne saremmo contenti! Se non lo fai già, ti consiglio di seguire la nostra pagina Facebook Korean DrAma & World per non perdere neanche un aggiornamento. ♥ ♥ ♥

Qui trovi tutti i capitoli  pubblicati:

Moon Lovers 2 (Alla ricerca della Felicità) – Fanfiction

Questa fanfiction è liberamente ispirata al Drama Coreano Moon Lovers: Scarlet Ryeo. È frutto del lavoro e dell’intelletto dell’autrice. Il suo contenuto è protetto dal diritto d’autore nonché dal diritto di proprietà intellettuale. Sarà quindi assolutamente vietato copiarla, riprodurla, appropriarsene e ridistribuirne i contenuti se non espressamente autorizzati dall’autrice. Fatti e persone descritti nella Fanfiction sono frutto dell’immaginazione. Ogni riferimento a persone o fatti realmente accaduti è puramente casuale. Copyright © 2021 Korean Drama & World. All rights reserved

Ti piace? Condividilo! ;)

Titolo: Moon Lovers 2 (Alla conquista della Felicità) – Capitolo 7

di Donatella Perullo

Attenzione 

Il racconto contiene spoiler per coloro che non hanno visto il Drama Moon Lovers: Scarlet Ryeo.

Capitolo 7

Quando scesero dalla metropolitana, Wang So era stravolto. Non era preparato per tutto ciò. Del mondo in cui aveva vissuto, sembrava non esistere più nulla. Solo il tepore della mano di Hae Soo che stringeva la sua, riuscì a tenere a bada i battiti del cuore imbizzarrito. La seguì senza dire nulla, spostando su di lei lo sguardo ogni volta che iniziava a sentirsi perso. Allora sentiva tornare la pace e la consapevolezza che qualsiasi sarebbe stato il prezzo pagato per giungere fin li, ne sarebbe valsa la pena.

Da quando avevano lasciato il Goryeo Era Makeup Culture ed erano riusciti a far perdere le loro tracce, non avevano proferito parola. Timorosi entrambi di parlarsi, si erano limitati a scambiarsi sguardi complici e rassicuranti, senza lasciare mai, neanche per un istante, la mano l’uno dell’altra.

Se da un lato Wang So temeva di scoprire che lei non ricordasse lui né il loro amore, dall’altro lo auspicava. Peggio dell’inferno che aveva vissuto, sarebbe stato scoprire che ricordava ogni cosa e non lo amasse più. Ne avrebbe avuto ogni ragione dopo come si era comportato. L’aveva lasciata andare, senza dare ascolto al proprio cuore e alla propria disperazione, ma solo all’orgoglio. Le ultime immagini che serbava di lei erano quelle che aveva spiato, carico di livore. L’aveva osservata mentre Wang Jung la sollevava tra le braccia, nel giardino della casa dov’era andata a vivere con lui. Accecato dalla folle gelosia che lo attanagliava, non aveva visto la sofferenza sul volto cereo di lei, né la debolezza dei suoi gesti. Aveva creato dentro di sé scenari languidi tra loro, destinando Hae So a una fine disperata e se stesso a una vita peggiore della morte.

Dal canto suo Ha-jin lo guardava di sottecchi, per trovare, senza riuscirci, differenze tra il volto di quell’uomo e quello del suo amato re. Tutto di lui le toglieva il fiato, ogni dettaglio la faceva sentire folle e perdura per sempre, oltre il tempo e oltre la morte. Continuò a ripetersi per tutto il tempo che non era Wang So, che non era possibile fosse lui. Eppure un’altra vocina, più profonda e intima le gridava che dopo ciò che le era accaduto, nulla avrebbe potuto essere impossibile. In quei momenti, il cuore accelerava come se avesse voluto corrergli incontro. Due volte tentò timidamente di lasciargli la mano, come nel timore di restare ustionata dal fuoco che le ardeva dentro. Lui però non le permise di sciogliersi dalla presa tenera ma decisa, trattenendola più con il panico dello sguardo che con la forza delle dita.

Lasciarono la linea nove della metropolitana, all’uscita due della stazione di DongJang. Era pomeriggio inoltrato e Ha-jin cercava un posto lontano dalla folla. Il primo luogo a venirle in mente era stata Seoraeseom Island, la piccola isola collegata al Banpo Hangang Park. Il luogo dove tante volte si era rifugiata in quell’anno durante il quale la disperazione era stata la sua compagna quotidiana. C’era un posto in particolare. Una panchina di legno chiaro, all’ombra di un salice piangente. Era all’estremità dell’isola che guardava verso il Banpodaegyo Bridge e che era diventata il suo posto segreto. Era lì che lo stava portando, per sentire la sua voce, guardarlo negli occhi e capire cosa stava succedendo.

Raggiunsero l’isola attraversando uno dei tre ponticelli che la collegavano al Banpo Hangang Park. Lì, tra i campi di colza e la vista del fiume, il loro passo si fece più lento e gradualmente i respiri meno affannati. Continuarono in silenzio il loro cammino, sempre mano nella mano, immersi ognuno nei propri timori e incertezze. Solo quando raggiunsero la panchina e sedettero vicini, lei trasse un profondo sospiro e rilassò le spalle.

«Qui sei al sicuro.» cercò di tranquillizzarlo «È il mio posto segreto e ogni volta che mi ci sono rifugiata, nessuno è riuscito a trovarmi.» sorrise.

Lui si guardò intorno, tra cielo e fiume, quel lembo di terra verdeggiante sembrava un brandello di paradiso. Sulla destra un enorme ponte univa le sponde del fiume Hangang. Il suo sguardo percorse di nuovo la bellezza che lo circondava, poi si posò su di lei e lì restò intrappolato.

“Se follia dev’essere la mia, che mi travolga una volta per tutte. Se ciò darà inizio alla mia fine, la accetterò come una benedizione. Perché preferisco mille volte finire priva di senno tra le braccia di quest’uomo, che savia negli inferi di un’esistenza senza di lui.”

«Sai chi sono?» le chiese, nonostante il terrore di sentire la risposta.

Lei fece cenno di no con la testa, poi tirò fuori il biglietto da visita che le aveva dato l’inseguitore e lo lesse. «Quell’uomo è il responsabile della sicurezza della Heal Cosmetics. Ha detto che la tua famiglia è disperata, che hai avuto un incidente e che hai bisogno di cure. È vero?»

Wang So annuì incantato dalla sua voce e rapito dal movimento delle sue labbra morbide.

«Lavoro da pochi mesi alla Heal Cosmetics, ma abbastanza per sapere che la presidentessa non dà ordini a cuor leggero. Se ha mobilitato la sicurezza per trovarti devi essere importante per lei. È così?»

Lui annuì: «Credo di sì.»

«Cosa vuol dire credo? Hanno parlato di un incidente, hai forse perso la memoria?»

«Colui che è caro alla persona di cui parli ha perso molto più di questo. Io invece spero di aver ritrovato tutto ciò che credevo perduto per sempre.»

«Non capisco.» sussurrò lei, temendo di credere alle sensazioni che provava.

«Davvero non capisci? Il tuo sguardo mi dice il contrario, Hae So.»

Go Ha-jin sgranò gli occhi e scattò in piedi, ma le gambe non la sorressero, costringendola a sedersi di nuovo. Wang So le prese entrambe le mani tra le sue, come se così facendo avesse potuto avvolgerle anche il cuore in un abbraccio protettivo.

«Sono folle? Sei un’allucinazione?» affannò la ragazza tenendo gli occhi bassi.

Lui le prese con delicatezza il mento tra le dita e le sollevò il volto per poterne incontrare lo sguardo smarrito: «Se tu sei folle, lo siamo in due, mia Hae So. Ho attraversato la morte e il tempo per ritrovarti e non posso ancora credere di esserci riuscito. Temo che da un momento all’altro possa risvegliarmi nella realtà dalla quale ho cercato di fuggire, da quando tu non ne hai fatto più parte.»

Ha-jin tremava, vertigini improvvise la facevano sentire sul punto di perdere i sensi e un nodo feroce le stringeva la gola rendendole difficoltoso anche respirare. Nonostante ciò, guardandolo negli occhi, riuscì a pronunciare un flebile sussurro: «Wang So?»

“Se follia dev’essere la mia, che mi travolga una volta per tutte. Se ciò darà inizio alla mia fine, la accetterò come una benedizione. Perché preferisco mille volte finire priva di senno tra le braccia di quest’uomo, che savia negli inferi di un’esistenza senza di lui.” Pensò, ansante mentre sollevava una mano verso il suo volto per lambirlo, delicata.

Bastò quell’unica parola di lei per dare senso a tutta a sofferenza che aveva provato nella vita. Sin da quando era bambino, fino al giorno in cui aveva trovato la via per raggiungerla. Per la prima volta benedì l’immane dolore che aveva fatto da contrappunto alla sua esistenza perché lo aveva condotto a quel momento di gioia assoluta.

Wang So, avevano sussurrato le sue labbra. Wang So, e quel nome era risuonato come la più bella delle preghiere. Se quello fosse stato l’ultimo istante della sua vita, ne sarebbe stato contento, perché ora sapeva cos’era l’estasi d’amore, quella che rende ebbri di felicità.

Mentre nel petto l’eco del sussurro di lei vibrava ancora, la attirò a se e finalmente la baciò.

Fine secondo capitolo settimo

Se questo capitolo ti è piaciuto, condividi pure il link, ne saremmo contenti! Se non lo fai già, ti consiglio di seguire la nostra pagina Facebook Korean DrAma & World per non perdere neanche un aggiornamento. ♥ ♥ ♥

Qui trovi tutti i capitoli  pubblicati:

Moon Lovers 2 (Alla ricerca della Felicità) – Fanfiction

Questa fanfiction è liberamente ispirata al Drama Coreano Moon Lovers: Scarlet Ryeo. È frutto del lavoro e dell’intelletto dell’autrice. Il suo contenuto è protetto dal diritto d’autore nonché dal diritto di proprietà intellettuale. Sarà quindi assolutamente vietato copiarla, riprodurla, appropriarsene e ridistribuirne i contenuti se non espressamente autorizzati dall’autrice. Fatti e persone descritti nella Fanfiction sono frutto dell’immaginazione. Ogni riferimento a persone o fatti realmente accaduti è puramente casuale. Copyright © 2021 Korean Drama & World. All rights reserved

Ti piace? Condividilo! ;)

100 Days My Prince (백일의 낭군님)

Un amore che non accetta sconfitte e tesse i fili di un legame indissolubile che non teme gli ostacoli né lo scorrere del tempo.

di Donatella Perullo

Titolo: 100 days my prince

Genere: Storico/Romance

Dove vederlo: in streaming su Viki

Sceneggiatura: No Ji-Sul

Paese di produzione: Corea del Sud

Numero episodi: 16 di: 75/85  minuti

Anno di trasmissione: 2018

Main Cast:

Do Kyung-So  – D.O. – (Principe Lee Yul/ Na Won-deuk)

Nam Ji-Yun  (Yeon Hong-shim / Yoon Yi-seo)

Jo Sung-ha  (Kim Cha-eon,  il perfido consigliere di sinistra)

Kim Seon-ho (Jung Jae-yoon,  il magistrato)

Han So-hee (Kim So-hye, principessa ereditaria moglie di Lee Yul)

Kim Jae-young  (Moo-yeon / Yoon Seok-ha, fratello di Yoon Yi.seo)

Il piccolo Lee Yul ha dieci anni ed è nipote del re. Anziché studiare preferisce giocare alla guerra insieme al suo migliore amico Dong-joo (Do Ji-han). Così trascorre gran parte del suo tempo a fingere battaglie, costringendo i figli dei contadini a fare la parte del nemico. Una mattina, mentre sta facendo il prepotente con dei bambini, Lee Yul è redarguito da una ragazzina. Lei è la piccola Nam Ji-Yun, figlia di un nobile fiduciario del re. È volitiva, gentile e molto intelligente. Per il piccolo Lee Yul è amore a prima vista. Non le nasconde i propri sentimenti e le promette, solenne, che un giorno la sposerà. Per i due bambini tutto sembra un gioco, eppure i loro sentimenti sono più forti di quanto si possa immaginare. Ciò che prova per Yi-seo spinge Lee Youl a cercare di  impressionarla e a migliorarsi, diventando più gentile e studioso.

Geloso di suo fratello e del potere che detiene,  il padre di Lee Yul si allea con lo spietato Kim Cha-eon (Jo Sung-ha). Insieme, i due ordiscono un sanguinoso colpo di stato per detronizzarlo e prenderne il posto. Una notte, al comando di un manipolo di soldati infedeli al sovrano, Kim Cha-eon assassina il re, tutti i suoi uomini di fiducia e le loro famiglie, compresa quella della piccola Yi-seo.

Destino vuole che proprio mentre si sta compiendo il massacro, Lee Yul si rechi a casa della bambina per restituirle un nastro di seta. Così, nascosto da un muretto, il bambino assiste allo sterminio della famiglia di Yi-seo. Quando Kim Cha-eon sta per uccidere anche lei e suo fratello maggiore, Lee Yul si frappone tra loro, consentendo ai due di fuggire.

“Mi chiedesti se preferivo la neve oppure una pioggia di petali. Per quante volte tu possa chiedermelo io risponderò sempre che preferisco te.” (Lee Yul)

Da quel tragico momento, il destino del piccolo innamorato si divide da quello della sua amata. Figlio del re usurpatore, il bambino diviene suo malgrado principe ereditario.

Yoon Yi-seo si rifugia, invece, in un piccolo paese rurale, è adottata da un vedovo che la crescerà come fosse sua figlia, ribattezzandola Yeon Hong-shim.

Sedici anni dopo, a causa del trauma subito, Lee Yul è diventato un principe freddo e altezzoso. È però anche uno studioso, molto intelligente, abilissimo nelle arti marziali e nei combattimenti. Il padre si è risposato e la nuova moglie vorrebbe che suo figlio fosse il principe ereditario. Lo stesso Lee Yul ha dovuto sposarsi, contro la propria volontà, con la figlia di Kim Cha-eon. Nonostante sia convinto che sia stata uccisa, non ha mai dimenticato Yi-seo e per questo rifiuta con tenacia di consumare il matrimonio.

Così, quando a Joseon si verifica una terribile siccità, il popolo attribuisce al principe e al suo rifiuto di consumare il matrimonio, la causa della sciagura. Per questo a Lee Yul viene imposto di mettere in atto un rituale della pioggia. Mentre si reca sul luogo della cerimonia, però, lui e la sua scorta restano vittima di un agguato feroce durante il quale viene quasi ucciso. Non racconto altro di una trama semplice, ma ricca di sorprese che non è mia intenzione rovinare. Vi dico solo che Lee Yul e Yi-seo si ritroveranno senza riconoscersi. Nonostante ciò, i loro cuori torneranno a tessere i fili di quel legame indissolubile che li aveva uniti da bambini. Da quel momento i problemi per la coppia si susseguiranno senza sosta. Tra intrighi, ingiustizie, colpi di scena e tanto amore, la loro storia terrà  lo spettatore col fiato sospeso fino alla fine.

Fatte le dovute eccezioni, non preferisco i Drama storici perché l’atmosfera di perenne cospirazione politica, gli obblighi e le restrizioni di casta mi causano una spiacevole tensione. In 100 Days My Prince, però, nonostante tutti questi elementi non manchino, la trama scorre veloce e a predominare sono due bellissime storie d’amore.

Il principe Lee Yul è interpretato e da Do Kyung-So, membro del gruppo K-pop Exo. Oltre a essere uno stupendo cantante, qui Do Kyung-So ha dimostrato, ancora una volta, di essere anche un ottimo attore. Il suo viso dai lineamenti gentili, potrebbe di primo acchito far pensare che non sia adatto a interpretare un principe ereditario intrepido e combattivo. Invece, con la sua voce profonda, lo sguardo glaciale e al contempo infuocato, i modi vigorosi e volutamente altezzosi, ha reso il personaggio di forte impatto emotivo. Per questa interpretazione Do Kyung-So ha ricevuto il premio come attore più popolare al 55° Baeksang Arts Awards e  come Best Actor al 14th Annual Soompi Award.

“Nella vita i sentieri sono due. Uno è vivere come se i miracoli non esistessero e l’altro è vivere come se ogni cosa fosse un miracolo. Quando penso ai giorni vissuti con te, ognuno di quei momenti è stato un miracolo”  (Lee Yul)

La protagonista Yeon Hong-shim è interpretata da Nam Ji Hyun che avevo già visto in Suspicious partner. Qui è stata molto brava a bilanciare momenti divertenti con quelli molto drammatici, mi ha suscitato forti emozioni e questo per me vale molto.  Il Drama è soprattutto una storia d’amore che resiste non solo alla separazione forzata e al tempo, ma anche a una serie di eventi dolorosi. Tra Nam Ji Hyun e Do Kyung-So c’è un’ottima chimica. Riescono in ogni scena a trasmettere emozioni. Questa loro sintonia è stata premiata al 14th Annual Soompi Awards de 2019, durante il quale la coppia ha ricevuto il Best Couple Award.

Anche i personaggi secondari sono la forza di 100 Days My Prince. Troppo spesso non ci facciamo caso, ma il più delle volte la riuscita di un buon drama è merito anche del supporting Cast. Qui una menzione speciale la merita l’orribile Consigliere di Sinistra, interpretato da Jo Sung-ha che è stato eccellente nel farsi odiare.

Chi ho amato, invece, è stato Kim Jae Young. Lui dà vita al fratello di Yi-seo/Hong-shim, un personaggio sofferto, che lotta per proteggere … (sploiler). Mi ha colpita molto anche Kim Seon-ho nei panni del magistrato, lui che da poco avete amato in Start Up, mi ha conquistata alla sua prima apparizione in 100 days my prince.  In ogni caso in questo Drama ogni personaggio è il tassello fondamentale di un mosaico armonioso.

Come spesso accade nei drama, in 100 Days My Prince  anche le OST, contribuiscono al coinvolgimento dello spettatore. La serie ha una colonna sonora di tutto rispetto. Più di uno sono i brani che mi sono rimasti nel cuore. Al primo posto c’è “Cherry Blossom Love Song” (벚꽃연가) cantata dall’ineguagliabile Chen, come DO, membro degli Exo. Molti sono anche i brani strumentali che accompagnano le scene più coinvolgenti. Tra tutti, quello che mi emoziona di più è “Loads to Carry” di Kim Jun Seok.

In conclusione, ho cercato di stuzzicare la vostra curiosità, dicendovi il meno possibile. Non voglio rovinare l’effetto sorpresa di una storia d’amore intensa e piena di imprevisti. Di quelle capaci di stringere il cuore e un attimo dopo farlo battere forte. 100 Days My Prince  vi commuoverà, ma vi farà anche sorridere. Ho trovato divertenti i riferimenti non troppo velati al nostro presente e a un certo tipo di letteratura. Mai avrei pensato che Lee Yul e Hong-shim potessero leggere un erotico dal titolo Cinquanta sfumature del signor grigio. Consiglio questo drama a chi ama le storie d’amore intense e piene di ostacoli, ma anche a chi, come me, non preferisce gli storici.

La mia valutazione
8.6/10
Ti piace? Condividilo! ;)

XIUMIN (시우민)

Kim Min-Seok lo studioso di musica e artista completo che incanta con la sua voce

di Angie

Cognome: Kim

Nome: Min-Seok

Professione:  ballerino, cantante, attore e modello

Gruppi: EXO, EXO-CBX

Stage name: XIUMIN (시우민)

Luogo di nascita: Guri, Provincia di Gyeonggi, Sud Corea

Gruppo sanguigno: B

Data di nascita: 26 marzo 1990

Segno zodiacale: Ariete

Segno oroscopo cinese: Cavallo

Altezza: 1,73

XIUMIN SOCIAL

Utilizza anche gli account ufficiali del gruppo EXO

Kim Min-Seok, meglio conosciuto come Xiumin è un idol, cantante, ballerino, attore e modello sudcoreano. Nasce il 26 marzo 1990 a Guri (구리시) nella provincia di Gyeoggi (경기도). Ha una sorella più giovane la cui identità è tuttora celata per rispettarne la privacy.

Xiumin ha conseguito nel 2014 un Master in Musica presso la Catholic Kwandong University, dove ha presenziato a un seminario per gli studenti di musica applicata. Nel 2017 si è iscritto a un programma di dottorato dell’Hoseo University.

È il primo membro degli EXO a finire il servizio militare obbligatorio. Ha terminato il suo mandato il 6 dicembre 2020 con congedo anticipato.

Fin da bambino Xiumin pratica numerose arti marziali fra cui anche il Wushu. È cintura nera nel kendo e nel taekwondo.  Per alcuni anni ha anche fatto scherma. La sua grande passione per il calcio ha portato la Korea Football Association a conferirgli il titolo di ambasciatore onorario nel 2014.

Nel 2008 fa un’audizione per la JYP entertainment ma è rifiutato. Lo stesso anno prende parte all’Everysing Contest della SM Entertainment e vince il secondo posto. Dopo quattro anni da trainee, nel gennaio del 2012 Xiumin viene presentato come settimo membro degli EXO. È uno dei due membri coreani della divisione cinese EXO-M. Debutta ufficialmente con il gruppo nell’aprile dello stesso anno e da allora ha ottenuto una notevole popolarità nel mondo della musica e dell’intrattenimento.

A gennaio 2015, insieme con altri colleghi d’etichetta, debutta a teatro, interpretando Aquila nel musical olografico School OZ della SM Entertainment.

Il 2015 è anche l’anno in cui esordisce come attore. Dapprincipio con un ruolo minore nel webdrama Exo Next Door e poi come protagonista maschile in Falling for Challenge (Visibile su Viki QUI). Come Na Dojeon, Xiumin vince i 4° APAN Star Awards nella categoria SNS Web Drama. Raggiungendo venti milioni di visualizzazioni dopo soli diciassette giorni, Falling for Challenge diventa il web drama più visto in Corea del Sud nel 2015.

Nel 2016 ottiene il primo ruolo per il grande schermo, interpreta Gyeon nel film Seondal: The Man Who Sells the River, ottenendo un discreto successo.

Lo stesso anno partecipa allo show di Cookat TV Travel without Manager insieme con il collega Chen.

Tra il 2017 e il 2018 diventa membro regolare del cast del reality show della MBC It’s Dangerous Beyond The Blankets.

Xiumin canta “You are the One” OST del web drama Falling for Challenge 

Pubblica anche alcune tracce come colonna sonora di diversi drama. Debutta come solista nel 2015 con You Are the One per Falling for Challenge. A febbraio 2016 duetta con la cantante Jimin delle AOA in Call You Bae. Ad agosto dello stesso anno rilascia, insieme ai colleghi degli EXO Chen e Baekhyun, For You per la serie Moon Lovers: Scarlet Heart Ryeo. Con loro debutta a ottobre nella prima sub-unit ufficiale EXO-CBX.

Nel luglio 2017 collabora con Mark degli NCT rilasciando il singolo Young & Free per il progetto digitale SM Station. Nel 2021 canta To My One And Only You (나의 유일한 너에게) per il drama Mr.Queen della TvN.

Il 7 maggio 2019 si arruola in servizio attivo per la leva obbligatoria. Come ultima schedule partecipa al concerto Magical Circus – Special Edition con i compagni degli EXO-CBX, in Giappone. Mentre il 4 maggio saluta i fan durante il concerto da solista Xiuweet Time, tenutosi a Seoul nella Jamsil Arena.

Il 9 maggio, a pochi giorni dall’inizio del mandato, attraverso il canale SM Station, viene rilasciato il suo ultimo singolo You. In seguito è annunciata la sua partecipazione al musical militare Return: The Promise of That Day insieme a Onew degli Shinee e Yoon Ji-sung. Dal 22 ottobre al primo dicembre 2019, Xiumin interpreta Kim Seung-ho al Woori Hall del Parco Olimpico. Nel 2020 prende parte a un altro musical dell’esercito, Return, in cui ricopre il ruolo di Hyunmin.

A causa della politica militare conseguente il Covid-19, è congedato il 6 dicembre 2020, un mese prima del termine.

Xiumin è uno dei ballerini e cantanti principali degli EXO, ricopre anche il ruolo di rapper nelle sub unit EXO-M ed EXO-CBX. Parla cinese mandarino, ha una conoscenza base di giapponese e parla discretamente anche l’inglese.

Il nome d’arte Xiumin 秀珉 è l’unione del carattere hanja 秀 (xiu), che significa grande, e del carattere 珉 (min) tratto dal suo nome. Una traduzione del suo stage name può quindi essere “Il grande Min”. I fan lo chiamano amorevolmente Baozi (piccolo bao), da quando LuHan, ex membro degli EXO, lo ha soprannominato così sia per il suo grande amore per i ravioli cinesi al vapore, sia per il suo viso tondo. Nonostante l’aspetto molto giovanile è il membro più grande degli EXO e uno dei più forti. È un ottimo cuoco e una persona molto ordinata. Ha un gatto di nome Tan.

Ti piace? Condividilo! ;)

OH SEHUN (오세훈)

Visual, sub rapper degli EXO e maknae timido e premuroso che ama ballare

di Angie

Cognome: Oh

Nome: Se-hun

Professione:  Rapper, ballerino, attore e modello

Gruppi: EXO, EXO-SC

Stage name: SEHUN (세훈)

Luogo di nascita:  Seoul – Sud Corea

Data di nascita: 12 aprile 1994

Segno zodiacale: Ariete

Segno oroscopo cinese: Cane

Altezza: 1,83

SEHUN SOCIAL

Utilizza anche gli account ufficiali del gruppo EXO

Oh Se-hun, anche conosciuto come Sehun, è un idol, rapper, ballerino, modello e attore sudcoreano. Nasce il 12 aprile 1994 a Seoul nel distretto di Jungnang. Ha un fratello più grande di tre anni e ha studiato presso la Seoul Arts High School.

È stato scoperto da un talent scout della SM Entertainment ad appena dodici anni, mentre era a pranzo con gli amici. Entra a far parte della compagnia, dopo aver superato quattro audizioni in due anni.

Nel 2012 debutta con gli EXO, con i quali vince numerosi premi.

Sehun ne ha ricevuti, però, anche molti per popolarità come solista, tra i quali il Weibo Star Award, riconosciutogli nel 2016 ai 5° Gaon Chart K-Pop Awards.

Collabora con numerosi brand di alta moda e nel 2018 è scelto da Vogue Korea per l’edizione commemorativa del 22° anniversario. Il suo photoshoot è molto apprezzato: il numero di agosto 2018 registra, infatti, il più alto numero di vendite dal 1996.

Il 24 maggio 2020 Sehun diventa il nuovo volto della Dr. Jart+ per la regione cinese. Grazie a lui, il marchio di skincare registra un’impennata nelle vendite: il set limitato di maschere di Sehun vende, infatti, più di ventimila pezzi in appena nove minuti.

Dopo alcuni cameo, la carriera da attore di Sehun inizia nel 2015 quando recita in Exo Next Door insieme agli altri membri del gruppo.

Nel 2016 è scelto come protagonista maschile del film sino-coreano Catman. Nonostante le riprese si siano terminate l’anno succesivo, a causa del ban cinese nei confronti della Corea del Sud, il progetto è stato rinviato a fine 2020. Lo stesso ban ha anche influito sulla produzione della serie web Dear Archimedes, di matrice sempre sino-coreana, nella quale Sehun interpreta il geniale Yan Su.

Il 2017 è, invece,  l’anno in cui  entra a far parte del cast ufficiale del programma investigativo di Netflix, Busted!

L’anno successivo, Sehun è scelto come protagonista del drama d’azione sudcoreano Dokgo Rewind. Grazie a quest’interpretazione vince il Best Idol Actor ai 14° Soompi Awards nel 2019.

Lo stesso anno, recita anche in Secret Queen Makers, serie promozionale di Lotte. Il 28 giugno 2020 è stato confermato il suo debutto sul grande schermo che avverrà nel film The Pirates: Goblin Flag.

Sehun esordisce il 22 luglio 2019,  insieme al collega Chanyeol come sub unit EXO-SC con la pubblicazione del’ep What a Life.

Il 10 luglio 2020 pubblica il suo primo mv da solista, On Me, anticipazione al nuovo album del duo, 1 Billion views.

Sehun è uno dei ballerini principali degli EXO e ne è, inoltre il visual, sub rapper e maknae (membro più giovane). È accreditato come co-scrittore di molti dei loro pezzi. Nel 2018 è stato inserito al 15° posto della lista dei 100 volti più belli da TC Candler.

Sehun è spesso descritto come una persona un po’ timida ma molto premurosa. È molto legato a Suho, il leader degli EXO, poiché si conoscono da molti anni. È un grande fan della modella Miranda Kerr, ama ballare e adora mangiare il sushi. Ha un cane, un Bichon Frise, di nome Vivi.

Foto credit: (1), (2),(3)

Ti piace? Condividilo! ;)

PARK CHANYEOL (박찬열)

Rapper, cantante, compositore, attore e modello, il talento di un artista completo

di Angie

Cognome: Park

Nome: Chan-Yeol

Professione:  Rapper, cantante, compositore, attore e modello

Gruppi: EXO, EXO-SC

Stage name: CHANYEOL (찬열)

Luogo di nascita:  Seoul – Sud Corea

Data di nascita: 27 novembre 1992

Segno zodiacale: Sagittario

Segno oroscopo cinese: Scimmia

Altezza: 1,85

CHANYEOL SOCIAL

Park Chanyeol, meglio conosciuto come Chanyeol, è un idol, rapper, cantante, compositore, modello e attore sudcoreano. Nasce il 27 novembre 1992 a Seoul (서울시). Ha una sorella, Park Yoo-ra, che per anni è stata conduttrice del telegiornale presso la YTN e la MBC.

Ha frequentato la Hyundai High School di Apgujeong-dong (압구정동) a Seoul. A sedici anni è stato ammesso in un istituto di recitazione privato, dove ha conosciuto P.O. dei Block B.

Chanyeol ha seguito i corsi online del Dipartimento di Cultura e Arte dell’Amministrazione Aziendale della Kyung Hee Cyber University. Attualmente studia Interior design presso la Inha University.

Ha iniziato a interessarsi alla musica dopo aver visto il film School of Rock e ha iniziato a suonare la batteria molto presto. Cita spesso come influenze musicali artisti quali Jason Mraz, Eminem e gruppi rock come Muse, Green Day.

Diventa trainee presso la SM Ent. dopo aver vinto il secondo posto nel 2008 Smart Model Contest. Prima del suo debutto con gli EXO, Chanyeol è comparso in due video musicali: HaHaHa Song dei TVXQ  e  Genie delle SNSD. Nel 2012 appare nel video musicale Twinkle delle Girls’ Generation-TTS.

A ottobre 2013, Chanyeol si unisce al cast del reality show di SBS Law of the Jungle in Micronesia. Per esso nel 2015 compone e registra la OST Last Hunter.

A maggio 2014 diventa membro regolare del cast della prima stagione del reality show televisivo della  SBS, Roommate. Lascia però a settembre a causa di conflitti di schedule.

A ottobre 2016 Chanyeol e la cantante americana Tinashe prendono parte al Far East Movement con Freal Luv, traccia del musicista elettronico Marshmello. Nel dicembre dello stesso anno, Chanyeol collabora con la cantante sudcoreana Punch per la OST originale di Guardian: The Lonely and Great God. Stay With Me raggiunge un discreto successo nella Gaon Digital Chart.

Stay with me – Ost del drama Goblin – The Lonely and Great God

Durante la sua carriera prende parte alla scrittura di numerosi testi e tracce. Nel febbraio 2017 la Korea Music Copyright Association lo riconosce come produttore musicale (precedentemente le tracce erano registrate con lo pseudonimo LOEY).

Il 25 aprile 2019 pubblica la sua prima canzone da solista SSFW, mentre il 22 luglio debutta nella subunit EXO-SC insieme al compagno Sehun con What a Life.  Il 13 luglio 2020 pubblicano il loro primo album completo, 1 Billion Views.

Oltre alla carriera musicale intraprende anche quella della recitazione. Nell’aprile del 2015, Chanyeol fa il suo debutto sul grande schermo nel film sudcoreano Salut d’Amour, con Park Geun-hyung e Youn Yuh-jung.

Successivamente recita come protagonista insieme all’attrice Moon Ga-young e gli altri membri degli Exo nel webdrama Exo Next Door.

Nel giugno 2016 Chanyeol recita a fianco di Yuan Shanshan nel film sudcoreano-cinese So I Married an Anti-fan. Insieme a Yuan registra I Hate You, colonna sonora del film.

Nel gennaio 2017 Chanyeol ottiene un ruolo di supporto nel drama della MBC, Missing 9.

Nel 2018 inizia le riprese di Memories of the Alhambra, titolo di successo della tvN in collaborazione con Netflix, dove interpreta Jung Se-joo.

Dal debutto fino a ora, ha partecipato a molti eventi di moda tra cui Christian Dior, Prada e Calvin Klein. A settembre 2017, ha partecipato alla sfilata di Tommy Hilfiger a Londra, per il quale successivamente posa per un servizio fotografico. Nel 2018 partecipa nuovamente alla sfilata di Tommy Hilfiger a Shanghai. Appare nel numero di ottobre 2018 di Vogue Korea. Chanyeol è uno dei membri ufficiali degli EXO e ricopre il ruolo di main rapper e vocalist. È un artista completo, compone, fa rap e canta. Sa parlare l’inglese e suona pianoforte, chitarra, batteria e basso. Ha formato una band durante gli anni della scuola. Definisce la sua voce Reversal Voice perché il suo viso da bambino entra incontrastato con la sua voce profonda e virile.

Ha un cane di nome Toben che però vive con i suoi genitori, poiché lui è allergico. A causa di ciò, da piccolo il suo animale da compagnia era un furetto. Chanyeol è una persona molto solare ed estroversa, ama fare volontariato perché lo rende felice.

Credit foto ©Allure

Ti piace? Condividilo! ;)

KIM JONGIN (김종인)

KAI (카이)- Il viso da duro e l’animo gentile del ragazzo che ama i suoi Erigoms

di Angie

Cognome: Kim

Nome: Jong-In

Professione:  ballerino, cantante, attore e modello

Gruppi: EXO, SuperM

Stage name: KAI (카이)

Luogo di nascita: Suncheon, Jeolla Meridionale, Sud Corea

Data di nascita: 14 gennaio 1994

Segno zodiacale: Capricorno

Segno oroscopo cinese: Cane

Altezza: 1,82

KIM JONGIN SOCIAL

Utilizza anche gli account ufficiali del gruppo EXO

Kim Jongin, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Kai è un idol, ballerino, cantante, modello e attore sudcoreano. Nasce il 14 gennaio 1994 a Suncheon (순천시) nella provincia di Jeolla Meridionale (전라 남도). È il più giovane in famiglia. Ha due sorelle maggiori, Kim Jongha che ha cinque anni in più e l’altra che è più grande di nove anni. Ha due nipoti, figli della sorella maggiore, Rahee e Raeon. Nel 2018, a causa di una malattia cronica, ha perso il padre al quale era molto legato.

Kai ha iniziato a ballare jazz quando aveva solo otto anni. Dopo aver visto Lo Schiaccianoci inizia ad appassionarsi anche alla danza classica. I genitori l’hanno sempre sostenuto, anche se all’inizio avrebbero preferito si dedicasse al Taekwondo e al pianoforte.

Nel 2007, dopo aver vinto l’SM Youth Best Contest, grazie all’incoraggiamento del padre firma con la SM Entertainment. Diventa trainee a soli tredici anni e inizia a studiare hiphop. Si diploma presso la School of Performing Arts di Seoul nel febbraio 2012.

È stato il primo membro degli EXO a essere presentato ufficialmente al pubblico il 23 dicembre 2011.

Ha fatto la sua prima apparizione televisiva il 29 dicembre 2011, insieme con altri membri del gruppo (Luhan, Chen e Tao) agli SBS Gayo Daejeon.

Debutta ufficialmente con il gruppo nell’aprile 2012 e da allora ha ottenuto una notevole popolarità e successo nel mondo della musica e della moda.

Kai è da sempre uno degli artisti più impegnati e richiesti della SM. Oltre ai numerosi traguardi raggiunti con gli EXO, è scelto per numerosi progetti della casa discografica.

A ottobre 2012, prende parte al progetto Younique Unit, gruppo promozionale, insieme ai compagni di etichetta Eunhyuk, Henry, Hyoyeon, Taemin e Luhan. Con il gruppo pubblica il singolo Maxstep come parte della collaborazione tra la SM Entertainment e la Hyundai. Lo stesso anno si unisce al corpo di ballo SM The Performance, insieme al collega Lay, Yunho (TVXQ), Eunhyuk e Donghae (Super Junior), Minho e Taemin (SHINee).

Nel 2013 è scelto come controparte maschile nel photobook dell’album Pink Tape del gruppo femminile F(X).

Il video di Pretty Boy

Ad agosto 2014 Kai duetta insieme all’amico Taemin (SHINee) in Pretty Boy, pezzo tratto dell’album d’esordio di quest’ultimo.

Il quattro ottobre 2019 debutta nel supergroup project SuperM, creato dalla SM Entertainment in collaborazione con la Capitol Records americana per il mercato USA.

Con il gruppo ha pubblicato, il quattordici agosto 2020, il singolo 100, che anticipa l’uscita del primo album completo prevista per il venticinque settembre. A inizio settembre 2020, invece, è uscito il singolo 호랑이 (Tiger Inside).

Dopo alcuni cameo, nel gennaio del 2016 ottiene il suo primo ruolo da protagonista nel web drama da record di ascolti Choco Bank (che potete trovare con i sottotitoli in Italiano QUI). A dicembre recita in due episodi del web drama prodotto da Lotte Duty Free, First Seven Kisses.

Nel 2017 interpreta Shi-kyung nel drama della KBS, Andante. Grazie a questo ruolo vince il premio come Favourite Korean Drama Character dello StarHub Night of Stars.

Sempre nel 2017 è scelto come protagonista nella serie drammatica giapponese Spring Has Come, basato sull’omonimo romanzo giapponese di Kuniko Mukōda. La produzione del dōrama inizia nel 2018 ed è la prima produzione della stazione di trasmissione WOWOW in cui il protagonista non è giapponese.

Nel 2018 è anche scelto come Ato nel melodramma sudcoreano della KBS, Miracle That We Met.

Lo stesso anno è special director nel survival show Under Nineteen (언더나인틴) mentre nel 2019 entra a far parte del cast del reality Sooro’s Rovers.

Anche la sua carriera da modello è invidiabile. Nel dicembre 2017, Kai è sulla copertina di The Big Issue, rivista nota per aiutare i senzatetto. Durante i primi due giorni dall’uscita, il numero di dicembre vende oltre ventimila copie, registrando la maggior vendita della rivisa dal luglio 2010.

Nel 2018 è selezionato come volto della campagna Live in Levi’s della Levi’s

Nel 2020 Kai diventa il primo ambasciatore sudcoreano di Gucci. Posa per la linea Gucci Eyewear Men della stagione 2019/2020 e durante la settimana della moda di Milano partecipa alla sfilata del brand.

Kai è un ballerino molto amato nel settore e spesso scelto dagli altri idols come role model. Eccelle in diversi stili quali il classico, il Jazz, l’Hip Hop, il Popping e il Locking. Si è esibito, inoltre, in una performance solista durante la cerimonia di chiusura delle Olimpiadi di Seoul 2018. Nonostante la sua aura intimidatoria come artista, in realtà dietro i riflettori Jongin è una persona molto gentile, timida e tranquilla. È il ballerino principale degli EXO ed è il secondo membro più giovane (insieme a Sehun). Ricopre lo stesso ruolo anche nei SuperM. Parla giapponese e inglese e ha una conoscenza base di cinese mandarino.

Ha aiutato la sorella Kim Jungha ad aprire il cafè Kamong, con il quale collabora per quanto riguarda il design. Sul suo instagram pubblica spesso foto con i suoi due nipoti ai quali è molto affezionato. Si è aggiudicato anche il soprannome Kai-chon, dall’unione con samchon (삼촌) che vuol dire zio.

Ha tre cani, un barboncino di nome Monggu, e due toy poodle, Jjanggu e Jjangah.

Poichè i suoi fan dicono che assomiglia a un orsetto, Kai li ha soprannominati Erigoms (exo-l + gummy bears, ovvero orsetti gommosi).

Una curiosità: è uno dei pochi idol del quale si conosce parte della vita privata. Si sa, infatti, che è stato fidanzato con Krystal delle F(x) fino a marzo 2016, quando la SM ha ufficializzato la rottura. A inizio 2019, per qualche mese ha anche avuto una relazione con Jennie delle Blackpink. In entrambi i casi quando l’agenzia ha annunciato la rottura ha sempre sostenuto che il problema fossero i troppi impegni. Molto probabilmente, però, la vera ragione è lo scontento del pubblico.

→ Il rapporto dei fan con la vita privata dei propri idoli non è quasi mai dei migliori in Corea. Questo accade a causa di una malsana concezione secondo la quale l’idol “appartiene” ai fan. Per mantenere la propria reputazione e l’interesse spesso i giovani artisti sono costretti a fidanzarsi in segreto e fuggire dai paparazzi.

Il video di “100”

Ti piace? Condividilo! ;)

SUHO – KIM JUNMYEON (김준면)

Suho, il Guardian Angel dalla voce che incanta. Il talentuoso leader degli EXO e la sua versatilità artistica come attore a cinema e in TV.

di Angie

Stage name: Suho (수호)

Cognome: Kim

Nome: Jun-Myeon

Professione: Cantante e attore

Gruppi: EXO

Luogo di nascita:  Seoul – Sudcorea

Data di nascita: 22 maggio 1991

Segno zodiacale: Gemelli

Segno oroscopo cinese: Pecora

Altezza: 172 cm

KIM JUNMYEON SOCIAL

Suho utilizza anche gli account ufficiali del gruppo EXO

Kim Junmyeon, meglio conosciuto con il nome d’arte Suho, è un idol, cantante, modello e attore sudcoreano. Nasce il 22 maggio 1991 a Seoul (서울시) in una delle zone più ricche, Apgujeong (압구정동).

Durante la sua giovinezza, Suho si è distinto in ambito scolastico diventando presidente di classe e vicepresidente del corpo studentesco della sua scuola elementare. Si è diplomato con voti alti presso la prestigiosa Whimoon High School. Ha frequentato la Kyung Hee Cyber University studiando business administration.

Ha sempre voluto diventare un cantante, nonostante l’iniziale avversione dei genitori. Viene notato da un talent scout della SM Entertainment, convince i genitori e diventa trainee nel 2006. Durante il training, Suho si infortuna a una gamba. In riabilitazione dedica molto tempo allo studio. È ammesso alla Korea National University of Arts, dalla quale si ritira poco prima di debuttare. Dopo sei anni, il 30 gennaio 2012 è formalmente presentato come decimo membro degli Exo. Debutta con il gruppo l’8 aprile dello stesso anno con l’ep MAMA.

Oltre ai numerosi riconoscimenti musicali ottenuti insieme agli EXO, Suho ha anche una carriera come attore.

Nel 2013 ha doppiato Bernard nell’adattamento coreano del film d’animazione Saving Santa. Film del quale ha anche registrato la colonna sonora originale, insieme a Jung Eun-ji delle Apink.

Da febbraio a novembre 2014 è stato presentatore del programma musicale Inkigayo, insieme a Baekhyun (Exo).

Nel gennaio 2015 prende parte all’ Hologram Musical della SM Entertainment School OZ. Interpreta Hans accanto ai compagni di etichetta Changmin, Key, Luna, Xiumin e Seulgi.

Nello stesso anno è stato membro regolare del cast di Fluttering India. Grazie al programma della KBS, ha esplorato le meraviglie di Mumbai (India).

A marzo 2016 debutta sul grande schermo nel film indipendente One Way Trip, presentato in anteprima ai 20° Busan International Film Festival. Sempre nel 2016 ha recitato nella Serie web sudcoreano-cinese How Are U Bread,  uscito a gennaio del 2020.

Con il collega Chen (Exo) pubblica, a luglio, Beautiful Accident come colonna sonora originale dell’omonimo film cinese.

Il primo ruolo da protagonista arriva nel 2017 con Woo-joo nel drama MBC The Universe’s Star, parte della trilogia Three Color Fantasy. Per questa serie ha anche registrato Starlight brano facente parte della colonna sonora ufficiale.

A marzo 2018 Suho duetta con Jang Jae-in Dinner e Do you have a moment. Lo stesso anno recita anche nei panni di Hyun Jae Hee nel film Middle School Girl A.

Torna sul piccolo schermo con l’adattamento sudcoreano della serie giapponese del 2012 Rich Man, Poor Woman. Sempre nel 2018 esce infatti Rich Man, poor Woman della MBN in cui Suho interpreta il fondatore di una compagnia informatica.

Da luglio ad agosto 2018 recita nel musical The Man Who Laughs, interpretando il ruolo di Gwynplaine, un personaggio con il volto da mostro. Ha ricevuto una standing ovation da parte del pubblico nel primo giorno del musical e feedback molto positivi anche dalla critica.

The Present è invece il film VR rilasciato il 28 ottobre 2019 in cui Suho interpreta il giovane imprenditore Ha-Neul, insieme a attori come Shin Ha-Kyun e Kim Seul-gi.

Leggi anche: Kim Jongin (김종인)

Il 30 marzo 2020, come regalo ai fan prima di arruolarsi, Suho pubblica il suo EP da solista, Self-Portrait.

Il 14 maggio 2020 Suho si è arruolato nel servizio attivo per la leva militare obbligatoria. Il periodo di leva avrà termine il 13 febbraio 2022. Fino ad allora svolgerà mansioni da ufficiale di servizio pubblico. Per questo motivo ha momentaneamente messo in pausa sia la sua carriera di cantante che quella di attore.

Suho è uno dei componenti ufficiali del gruppo musicale EXO nel quale ricopre il ruolo di leader. È il membro del gruppo con il maggior numero di anni da trainee. Durante questo periodo insieme a Minho degli SHINee ha trascorso un mese in Cina per imparare il mandarino. Parla fluentemente l’inglese e ha una buona conoscenza del giapponese. Il suo stage name significa guardiano e per questo molti fan lo chiamano guardian angel o più semplicemente caring leader.

Credit foto di copertina:Allure Korea

Ti piace? Condividilo! ;)

Byun Baekhyun (변백현)

L’artista completo dalla voce inconfondibile, un talento tutto da scoprire

di Angie

Cognome: Byun

Nome: Baek-Hyun

Professione: Cantante, ballerino e attore

Gruppi: EXO, EXO-CBX, SUPER M

Stage name: Baekhyun (백현)

Luogo di nascita: Bucheon, Provincia Gyeonggi – Sud Corea

Data di nascita: 6 maggio 1992

Segno zodiacale: Toro

Segno oroscopo cinese: Scimmia

Altezza: 174 cm

BAEKHYUN SOCIAL

Byun Baek-Hyun, anche conosciuto con il nome d’arte BAEKHYUN, è un idol, cantante, ballerino, modello e attore sudcoreano. Nasce il 6 maggio 1992 a Bucheon (부천시) nella provincia di Gyeonggi (경기도). Ha un fratello maggiore di nome Byun Baek-Beom. Ha conseguito una laurea in economia (business administration) presso la Kyung Hee Cyber University ed è cintura nera 3° dan in Hapkido.

Baekhyun ha iniziato a cantare molto presto. All’età di nove anni ha deciso di diventare un cantante professionista iniziando a partecipare a vari concorsi musicali. Ha frequentato la Jungwon High School di Bucheon. Qui è stato il cantante della band scolastica Honsusangtae con la quale ha partecipato a numerosi festival, vincendone uno locale di musica rock. Durante questo periodo, ha rifiutato diverse proposte da agenzie di talenti. Ha preso lezioni di pianoforte da Kim Hyun-woo, membro della rock band sudcoreana DickPunks.

Baekhyun è stato reclutato da un agente della SM Entertainment mentre studiava per gli esami di ammissione al Seoul Institute of the Arts. È entrato a far parte dell’agenzia nel 2011. Già il 30 gennaio 2012 viene formalmente presentato come nono membro e lead singer degli Exo. Il gruppo debutta l’8 aprile dello stesso anno con l’ep MAMA.

Oltre ai numerosi riconoscimenti musicali ottenuti insieme agli EXO, la carriera di Baekhyun è sempre stata piena.

Da febbraio a novembre 2014 è stato presentatore del programma musicale Inkigayo, insieme a Suho (Exo). Nel luglio dello stesso anno ha fatto il suo debutto nel mondo dei musicals teatrali. Ha interpretato il ruolo principale di Don Lockwood nella produzione sudcoreana del musical Singin’ in the Rain di SM C&C.

Leggi anche: Kim Jongin (김종인)

Nell’ aprile del 2015, Baekhyun ha pubblicato Beautiful, suo debutto da solista, come colonna sonora per il web-drama Exo Next Door. La canzone è diventata la prima OST di un web drama a ricevere ottimi piazzamenti nelle migliori classifiche digitali.

Durante il programma musicale di fine anno Gayo Daejeon, Baekhyun ha reso omaggio al compianto cantante sudcoreano Kim Hyun-sik, eseguendo Like Rain Like Music. La registrazione in studio è stata in seguito pubblicata in digitale e molto apprezzata dal pubblico.

La canzone Dream, nella quale duetta con Suzy, ex membro delle Miss A, a gennaio 2016 raggiunge rapidamente la vetta delle classifiche. Il pezzo vince anche il primo posto per cinque volte nei programmi televisivi musicali Music Bank e Inkigayo. Il video di Dream ha su Youtube oltre sessantacinque milioni di visualizzazioni.

(Ndr:Suzy Bae è anche attrice. Abbiamo tra le sue interpretazioni ricordiamo quelle in Drama come: Uncontrollably Fond, While you where sleeping e Vagabond.)

Il video di Dream

A maggio Baekhyun pubblica una ballad con il cantante sudcoreano K.Will, The Day, come parte del progetto musicale SM Station.

Nell’ aprile 2016, Baekhyun ha ricevuto lo YinYueTai V-Chart Award come cantante più popolare in Corea del Sud.

Nell’agosto dello stesso anno fa il suo debutto sul piccolo schermo, recitando nel drama storico della SBS Moon Lovers: Scarlet Heart Ryeo. Resta indimenticabile la sua interpretazione del tenero Wang Eun, il decimo principe di Goryeo amante dei giocattoli e innamorato di Hae Soo. Per questo ruolo Baekhyun ha ricevuto il New Star Award ai 2016 SBS Drama Awards. Per la medesima produzione ha preso parte, con Chen e Xiumin (Exo), al pezzo For You della soundtrack ufficiale.

Sempre con i due compagni degli Exo, il 31 ottobre 2016, ha debuttato come membro della prima sub-unit ufficiale gli Exo-CBX. 

Nel febbraio 2017 canta Rain con Soyou delle Sistar. La canzone ottiene un all-kill raggiungendo il primo posto in tutte le classifiche musicali digitali sudcoreane.

Per il progetto Station, Baekhyun pubblica ad aprile 2017 un singolo intitolato Take You Home. Ad agosto 2018 invece duetta con il rapper Loco in Young.

Il 10 luglio 2019 rilascia il suo primo ep da solista City Lights. Il successo è stato grande: è diventato il solo album più venduto della Corea del Sud negli anni 2010.

Il 4 ottobre ha debuttato nel Supergroup project SuperM, creato dalla SM Entertainment in collaborazione con la Capitol Records americana per il mercato USA.

Con il gruppo ha pubblicato il 14 agosto 2020 il singolo 100, che anticipa l’uscita del primo album completo, prevista per il 25 settembre. A inizio settembre uscirà invece il singolo 호랑이 (Tiger Inside).

A dicembre Baekhyun è stato premiato come miglior artista maschile ai Mnet Asian Music Awards 2019 dopo il successo del suo del singolo principale di City LightsUN Village.

L’otto maggio 2020 canta con Bol4, Leo. La canzone si contende per settimane il primo posto nelle classifiche musicali sudcoreane con eight, duetto di successo della collega IU e SUGA dei BTS.

Questo duello fra i due si protrae per tutto il mese mentre il pubblico ricorda la scena “di lotta” nel drama Moon Lovers.

Il 25 maggio 2020 pubblica il suo secondo ep Delight, l’album solista più prenotato a oggi, nella storia sudcoreana. Il singolo Candy sale, all’indomani della pubblicazione, in vetta alle classifiche digitali coreane, ottenendo grande successo anche all’estero. Candy vale a Baekhyun  un all kill, ovvero il primo posto in tutte le più importanti classifiche coreane, spodestando la canzone di IU.

Baekhyun è un artista molto impegnato. È uno dei componenti ufficiali del gruppo musicale EXO nel quale ricopre il ruolo di lead vocalist. Ricopre lo stesso ruolo anche nella subunit EXO – CBX dove è anche ballerino e rapper principale. Inoltre è anche leader dei SUPER M. Ha un timbro vocale inconfondibile per il quale ha ricevuto apprezzamenti anche dalla critica.

Nel 2016 con il compagno di etichetta Heechul, ha partecipato al torneo S.M. Super Celeb League of Legends, fronteggiando giocatori professionisti Cinesi e Sud Coreani.

Il primo luglio 2018 ha lanciato il suo marchio di moda, Privé by BBH.

Ha un corgi, un cagnolino, di nome Mongryoung (몽룡). Parla bene l’inglese, ha una discreta conoscenza del giapponese e una base di cinese mandarino. Suona molto bene il pianoforte.

Curiosità: è uno dei pochi idol del quale si conosce parte della vita privata. Nel 2014 è stato infatti annunciato che aveva una relazione con Taeyeon delle Girl’s Generation. Baekhyun ha sempre sostenuto di essere fan della cantante e i due si sono avvicinati grazie agli interessi comuni.

Il 15 settembre 2015 la SM Entertainment ha annunciato la rottura a causa dei troppi impegni. Molto probabilmente la vera ragione è lo scontento del pubblico.

→ Il rapporto dei fan con la vita privata dei propri idoli non è quasi mai dei migliori in Corea. Questo accade a causa di una malsana concezione secondo la quale l’idol “appartiene” ai fan. Per mantenere la propria reputazione e l’interesse, spesso i giovani artisti sono costretti a fidanzarsi in segreto e fuggire dai paparazzi.

Ti piace? Condividilo! ;)

DO KYUNGSOO – 도경수

D.O il ragazzo dagli occhi grandi e il sorriso a cuore, è il main vocalist del gruppo musicale EXO, ma è anche cantante, modello e attore. Scopriamo di più su di lui.

di Angie

Cognome: Do

Nome: Kyung-Soo

Professione: Cantante e attore

Gruppo: EXO

Stage name: D.O (디오)

Luogo di nascita:  Goyang, Provincia Gyeonggi – Sud Corea

Data di nascita: 12 gennaio 1993

Segno zodiacale: Capricorno

Segno oroscopo cinese: Scimmia

Altezza: 173 cm

D.O.  SOCIAL

Non possiede nessun account social personale, utilizza solo quelli ufficiali degli EXO

Do Kyung-Soo, meglio conosciuto con il nome d’arte D.O, è un idol, cantante, modello e attore sudcoreano. Nasce il 12 gennaio 1993 a Goyang (고양시) nella provincia di Gyeonggi (경기도). Lì frequenta la Baekshin Middle School e la Baekseok High School. Ha un fratello maggiore, Doh Seung-soo, che ha tre anni più di lui.

Kyun-Soo ha iniziato a cantare alla scuola elementare, partecipando poi, durante gli anni del liceo, a  numerosi concorsi di canto locali.

Supportato dalla famiglia, la sua carriera artistica comincia nel 2010 quando, a 17 anni, vince l’audizione canora della SM Enterteinment e diventa trainee. Il 30 gennaio 2012, soli due anni dopo, viene formalmente presentato come ottavo membro degli Exo. Con il gruppo debutta l’8 aprile dello stesso anno con l’ep MAMA.

Oltre ai numerosi riconoscimenti musicali ottenuti insieme agli EXO, nel 2014 D.O fa il suo debutto cinematografico con un ruolo secondario nel film Cart. Interpreta Tae-young, uno studente delle superiori figlio di una lavoratrice di un negozio di alimentari e di un membro del sindacato (interpretato da Yum Jung-ah). D.O. ha contribuito anche alla colonna sonora originale di Cart con la  canzone intitolata Scream (Crying Out). Il film è stato presentato in anteprima al Toronto International Film Festival del 2014.

Lo stesso anno debutta anche sul piccolo schermo recitando nel drama It’s Okay, That’s Love con Gong Hyo-Jin e Jo In-Sung. Elogiato dalla critica per il ruolo di Han Kang-Woo, vince il premio come Best Young Actor ai 16° Seoul International Youth Film Festival e quello di Best New Actor al 3rd APAN Star Awards. Riceve anche la nomination per lo stesso premio ai 51° BaekSang Arts Awards.

Nel 2015, D.O recita nel drama della KBS Hello Monster, nel ruolo di uno psicopatico.  A novembre riceve la nomination come miglior attore non protagonista al 52 ° Grand Bell Awards per il ruolo in Cart.

Nel gennaio 2016 Kyungsoo viene nominato come doppiatore di Moongchi del lungometraggio animato Underdog, presentato per la prima volta nel 2019.

A febbraio dello stesso anno è il protagonista maschile nel film romantico Pure Love, insieme all’attrice Kim So-Hyun. A ottobre recita al fianco di Chae Seo-jin in Be Positive. Il web drama, prodotto da Samsung, a oggi è il più visto di tutti i tempi.

Nel novembre 2016, D.O interpreta l’atleta di judo Go Doo-Young nel film My Annoying Brother insieme con  Jo Jung-suk e Park Shin-hye. Per la soundtrack originale del drama pubblica la canzone Don’t Worry.

Leggi anche: Kim Jongin (김종인)

Grazie a questo ruolo, un anno dopo D.O viene insignito del premio come miglior nuovo attore ai Blue Dragon Film Awards.

Nel 2017 recita nel film thriller Room No.7. Lo stesso anno interpreta Kim Yong-Hwa nel film Along With the Gods: The Two Worlds, adattamento di successo del webtoon omonimo.

Nel 2018 prende parte anche al sequel Along with the Gods: The Last 49 Days.

Recita anche nel film musical Swing Kids, pellicola ambientata in un campo di prigionia in Corea del Sud durante la guerra di Corea nella quale interpreta un soldato nordcoreano innamorato del tip tap.

Lo stesso anno viene scelto per il suo primo ruolo da protagonista sul piccolo schermo, interpretando il principe ereditario di 100 Days My Prince. La serie riscuote grande successo, diventando il quinto drama coreano più votato nella storia della televisione via cavo.

Grazie a questo ruolo, D.O. vince il premio come Most Popular Actor al 55° Baeksang Arts Awards.

Il primo luglio 2019 Do Kyungsoo si arruola in servizio attivo per la leva militare obbligatoria. Nel dicembre 2020 usufruisce del suo ultimo congedo militare. Subito dopo, il 25 gennaio 2021, è  dimesso senza tornare alla sua base, così come previsto dai protocolli dell’esercito riguardanti la pandemia COVID-19. A febbraio 2021, è stata confermata la sua partecipazione al drama Secret. Il drama è il remake dell’omonimo film taiwanese del 2007. D.O ha ottenuto il ruolo del protagonista maschile, uno studente che suona il pianoforte.

D.O è uno dei componenti ufficiali del gruppo musicale EXO nel quale ricopre il ruolo di main vocalist. Ha un timbro vocale molto particolare di matrice soul. Tra i fan è conosciuto come uno dei membri più tranquilli della band, ama cucinare ed è una persona molto ordinata. Il suo tratto distintivo sono gli occhi grandi e il sorriso a cuore. Sa parlare inglese base e suona il pianoforte.

Ti piace? Condividilo! ;)