Chi Siamo

Era una notte buia e tempestosa…

No, non è vero. Era giorno e il sole splendeva radioso, quando abbiamo deciso di iniziare quest’avventura. L’abbiamo preso come un buon segno, come l’incitamento che ci occorreva per non lasciarci intimorire e decidere di divertirci insieme e provare a coinvolgere quante più persone possibili nella nostra passione da drama lovers.

Siamo amiche  unite dalle nostre vene artistiche, dall’incorreggibile vizio di voler sognare sempre, a tutti i costi, e dall’ormai incondizionato amore per i drama.

Sì, ma cosa sono i Drama?

Sono serie televisive di provenienza orientale, Cinesi, Giapponesi, Taiwanesi o provenienti dalla Corea del Sud.  Su questi ultimi si concentra maggiormente la nostra attenzione.

Per tornare a noi e alla nostra piacevole follia, siamo appassionate di lettura, di arte, cinema e serie tv. Da qualche anno abbiamo scoperto questo mondo che si è rivelato incredibilmente vicino al nostro modo di sentire e raccontare. I drama coreani hanno, infatti, un’impronta narrativa diversa dai canoni ai quali siamo abituati noi occidentali. È stato questo che ci ha fatto desiderare di  saperne di più di questa cultura tanto distante dal nostro comune essere eppure, per alcuni aspetti, simile e vicina.

Abbiamo così iniziato ad approfondire, facendo ricerche sulla Corea del Sud, sugli usi e costumi di questo popolo, sulla loro storia, il loro vivere quotidiano e la loro cucina.

Abbiamo persino deciso di provare a impararne la lingua per vedere i nostri programmi preferiti senza l’ausilio dei sottotitoli. Ovviamente quest’ultimo è un proposito molto ambizioso, ma ci affidiamo alla nostra testardaggine e per il momento non demordiamo.

«Sì ma perché avete aperto un blog?», vi starete chiedendo a giusta ragione.

Be’, d’improvviso ci siamo rese conto che non ci bastava più parlare tra noi né condividere sensazioni e pareri in gruppi di addicted. Volevamo provare a coinvolgere anche chi di questo mondo non aveva mai sentito parlare e perché no, gli scettici, quelli che credono che i Drama siano una sorta di telenovelas sudamericane o di soap opera d’oltre oceano.

È stato così che in quella tiepida e soleggiata giornata d’inizio gennaio, abbiamo deciso di gridare che i K drama sono di più, molto di più!

Sono storie costruite con sapienza, mai uguali tra loro, non sono mai lunghe come una snervante telenovela né seriali fino allo sfinimento come le soap. Non hanno neanche nulla in comune con quelle serie che partono con il botto, ma che si consumano in stagioni infinite che travisano l’iniziale bellezza.

I Drama possono essere fantasy, romance, thriller, noir, legal, storici, drammatici… non c’è genere che non trattino e mai con banalità. Per questo abbiamo deciso di analizzarli in modo un po’ diverso. Cercheremo di coglierne le sfumature e approfondire gli aspetti socio culturali che molte di queste storie affrontano. Faremo attenzione anche ai richiami storici e ai fatti di cronaca che a volte ne hanno ispirato la creazione, ma anche alla letteratura alla quale spesso gli autori si sono ispirati o fanno rifermento nei dialoghi e attraverso i gesti dei protagonisti.

La nostra analisi però cercherà di andare ancora oltre e questo dimostra la nostra impudenza, ma anche la nostra grande passione che spero riusciremo a rendere palpabile. Cercheremo l’aiuto anche di amici più esperti e soprattutto di amici sudcoreani, perché quale voce migliore può esserci della loro?

Speriamo che il nostro papiello (in gergo campano dicasi di un testo così lungo che ti fa passare la voglia di leggerlo) non ti abbia annoiato, ma se sei arrivato fin qui, allora abbiamo buone speranze che, con nostra grande gioia, inizierai a seguirci!

P.S.: Per correttezza dobbiamo avvisarti che i Drama provocano dipendenza, una volta che ti sarai appassionato al primo, difficilmente riuscirai a rinunciare a questo genere di storie. Ne vorrai sempre di più e resterai sveglio fino a tarda notte per guardare ‘ancora una puntata’. Quando sarai in compagnia, tenderai a voler parlare solo di questo e con ogni probabilità la tua vita sociale ne risentirà. Proverai a trascinare amici e amiche nel tuo nuovo mondo e i più ti guarderanno con aria di sufficienza. D’altro canto le soddisfazioni e le emozioni saranno tali che penserai che qualsiasi prezzo ne valga la pena e continuerai imperterrito per la tua strada. Poi non dire che non te l’avevamo detto!

Donatella Perullo

Nata a Napoli ma casertana d’adozione, vive con il marito, la figlia e il gatto Sheldon con il quale, essendo esperta di gattese, riesce a comunicare alla perfezione. Ha lavorato in diverse aziende, ma senza mai abbandonare la sua passione per la scrittura che coltiva sin dall’adolescenza. Critica letteraria, recensora, vincitrice di vari concorsi letterari, dopo aver pubblicato numerosi racconti nel 2014 esordisce con romanzo il Fantasy Il fato degli Dei. Nel maggio 2015 pubblica l’horror, Nemesi. Nel luglio 2016 cura l’antologia Sposa per sempre ispirata alla leggenda di Pascualita, la sposa cadavere di Chihuahua. A giugno del 2017 approda alla Fanucci Editore e debutta nel mondo del noir con Il gioco del ragno, poliziesco ambientato a Napoli. Con il marchio Fanucci – Leggereditore a settembre 2017 pubblica il romance intitolato Dolce risveglio. Amante da sempre di cinema e serie tv, da principio era scettica verso i K drama ma ora, affascinata dalla loro originalità, dallo stile narrativo e dalla profondità dei messaggi trasmessi, ne è addicted al punto da iniziare a studiare la lingua coreana ed elaborare il progetto Korean Drama & World per far sì che altri possano scoprire questo mondo.

Maria De Riggi

È nata a Solothurn, in Svizzera, ma vive in provincia di Napoli con il marito, due figli e due gatti. Ama la letteratura, la spiritualità e ogni forma d’arte. È Pittrice e autrice di prosa e versi. La scrittura per lei ha una doppia valenza: rappresenta una sorta di ricerca interiore per risolvere i complicati quesiti della vita, ma anche un modo per esplicare il suo io più profondo. Ha pubblicato numerosi racconti e poesie in varie antologie. Esordisce nel 2016 con il romanzo I Cavalieri della Vita edito da Eve Edizioni. Sempre nel 2016 partecipa all’antologia Sposa per sempre ispirata alla leggenda di Pascualita, la sposa cadavere di Chihuahua. Nel settembre 2020 pubblica con la Tomolo Edizioni il romanzo per ragazzi Un ponte tra noi – Morgana e i mille mondi. Nei Drama ha scoperto un’ulteriore strada per l’esplorazione di se stessi e li considera come una fucina di sentimenti e riflessioni che desidera condividere con quante più persone è possibile.

Collaborano con noi

Angie

K POP addict

Da sempre affascinata dalle lingue e dalle culture dell’estremo oriente, navigando in rete alla ricerca dell’OST di un anime giapponese, a fine 2012 s’imbatte in un video intitolato Shinee – Lucifer  e da lì il resto è storia. È investita dall’Hallyu Wave (onda coreana): si appassiona sempre più, conosce altri artisti, comincia a guardare i drama e scopre un mondo a lei sconosciuto, al tempo quasi surreale e popolato da giovani artisti talentuosi anche coetanei che vivono quello che sembra un sogno. Ciò avveniva in un periodo nel quale di kpop se ne parlava poco e seguire idol così lontani, ascoltare canzoni in una lingua così diversa la rendeva un po’ la pecora nera nel gruppo. Ma la musica supera ogni barriera linguistica e con il tempo il kpop le ha aperto le porte del mondo. Così ha iniziato a viaggiare in Europa per assistere a diversi concerti e a conoscere persone di culture diverse. Dopo sei anni dal debutto dei BTS, il suo gruppo preferito, riesce finalmente a vederli dal vivo, realizzando uno dei suoi sogni più grandi quando assiste al BTS World Tour Love Yourself: Speak Yourself presso il Wembley Stadium di Londra. Laureata in Scienze Internazionali a UniTo, dopo anni di tentennamenti frequenta un corso di lingua coreana per dare finalmente delle basi a questa lingua per lei sempre più importante.

Gabriele Discetti

Studioso di Storia Orientale

È nato a Napoli ma oggi vive e lavora a Milano. Dopo la maturità, prossimo a iscriversi alla facoltà d’ingegneria, un viaggio in Giappone stravolge i suoi piani per il futuro. La scoperta e l’amore per la cultura orientale lo porta a iscriversi e a laurearsi presso L’Orientale di Napoli in Lingue e culture orientali e a specializzarsi in lingua coreana e giapponese. Appassionato della storia e della letteratura orientale, nonostante oggi il suo lavoro non abbia purtroppo nulla a che vedere con l’oriente, continua a perseguire la sua passione per la cultura coreana e giapponese. È cultore di anime, di manga, K-Pop, J-Pop, serie TV e film coreani e giapponesi.  Nel tempo libero ama scrivere romanzi. Nel 2019 pubblica il suo romanzo d’esordio, Il bordo del deserto. L’interesse per la letteratura lo porta a continuare gli studi e a conseguire anche la laurea magistrale in Filologia moderna.

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.